Archivi di memoria collettiva: schedari, tavoli, sedute e complementi pensati per ottimizzare il lavoro tra la fine dell’800 e i primi del ‘900, oggi diventano simbolo dell’epoca dei pionieri dell’industria moderna. I meubles de métier della collezione vintage risvegliano la memoria collettiva del lavoro industriale, del suono del ferro nella Parigi operosa e sognante di René Clair: gli oggetti da mestiere e i mobili industriali oggi sono tracce e icone di un’epoca, frammenti di gesti e fantasie.

Le storiche acciaierie francesi Forges de Strasbourg nel 1920, in sinergia con l';americana Steelcase, avviarono la produzione di mobili da ufficio con la divisione Strafor, diventando marchio di riconoscimento dei mobili professionali: schedari, cassettiere e armadi che hanno raccolto, ordinato e conservato archivi di memoria.

Il french touch delle Forges e della Societè Industrielle des Meubles Multiples a partire dagli anni '20 e '30 creò un nuovo linguaggio per l’impiego di ferro e acciaio per mobili funzionali, pensati in ogni dettaglio: sgabelli regolabili per lavorare ai banconi, sedute comode per le giornate ai telai o alla scrivania, rotelle per spostarsi agilmente.
Le riedizioni dei meubles de métier di Cargo raccontano la storia di sedute, tavoli e contenitori ancora attuali perché funzionali.