“Comportamento variabile nel tempo che riguarda i modi del vivere, le usanze, l’abbigliamento”. Si lancia, si detta, si segue e si supera: la moda, che lo vogliamo o meno, ci de-finisce (chiedere conferma ai fuori moda per scelta, o per necessità). Dal francese mode e dal latino modus - modo, foggia, maniera - si tratta di un comportamento imposto da individui o gruppi di prestigio o da creatori di stile - oggi diremmo influencer, che ha un po’ di epidemico e un po’ d’impressione la fa.
Perché non è di moda solo quello che indossi, ma la dieta che fai, la villeggiatura che scegli, la pettinatura che porti e - ahimè - sono di moda le espressioni che usi e le opinioni che hai. In statistica, la moda è il valore che compare più frequentemente, e tutto torna, come certi capi vintage che fanno il giro di generazioni. La moda unisce, e divide (con o contro gli hipster?).

E poi c’è lei, la Fashion Week, e abbiamo detto tutto. Parola d’ordine: colour is the new black!

2017-IX-22 - Estratto dalla Newsletter cargomilano.it